5 consigli per organizzare al meglio lo smartworking

17 Aprile 2020

Si sa, ormai non si parla d’altro. A causa dell’emergenza CoVid-19 che ci ha obbligati a rimanere a casa, lo smartworking è diventato una necessità per tantissime aziende. Di cosa si tratta con esattezza? Lo smartworking – tradotto come lavoro agile – è una tipologia di lavoro in cui il dipendente ha totale flessibilità e autonomia nell’organizzazione della giornata lavorativa, nella scelta del luogo e – nella maggior parte dei casi – anche degli orari di lavoro.

 

Alcuni hanno visto in questa novità una comodità, mentre per altri lo smartworking è causa di frustrazioni e disagio. Certo è che tutti quanti ci siamo dovuti adattare alla nuova quotidianità e abbiamo dovuto modificare le nostre amate abitudini e routine.

 

Come vivere al meglio quindi le nostre giornate lavorative in casa? Ecco i nostri consigli per sopravvivere allo smartworking, che abbiamo sperimentato durante queste settimane… siamo ormai diventati super esperti! L’ostacolo più grande è concentrarsi e iniziare: vedrete, il resto è tutto in discesa!

Come lavorare in smartworking

#1 Alzarsi alla stessa ora

Certo, non dovete prendere né la macchina né i mezzi pubblici per andare in ufficio. Tuttavia, non è consigliabile perdere il ritmo dei giorni feriali. Cercate di mantenere la sveglia al solito orario e approfittate del tempo che perdereste in mezzo al traffico per fare qualcosa per cui di solito non avete tempo. Una lunga colazione, che aiuta ad avere le giuste energie, migliorare la memoria e la concentrazione durante il lavoro, oppure un po’ di training per restare in forma o per rilassare mente e corpo. Che scegliate esercizi di respirazione di 1 minuto o sessioni più lunghe di yoga da 20 minuti, è stato dimostrato che meditare ogni giorno aiuta a svuotare la mente e a concentrarsi sul lavoro. L’importante è stabilire un nuovo rituale quotidiano che sia differente rispetto a quello del weekend per tenere separate vita personale e professionale. 

#2 Organizzare lo Spazio di Lavoro

Anche a casa l’ambiente di lavoro deve essere confortevole e attrezzato.
Pc, telefono, cartoleria: ritagliatevi uno spazio in casa da dedicare solo al lavoro. Scegliete una stanza luminosa e predisponete una postazione simile a quella del vostro ufficio. Se ne avete la possibilità, utilizzate una scrivania ampia e una sedia ergonomica. Cercate di non avere la finestra contro di voi o alle spalle per una migliore visione dello schermo. L’ideale è averla a destra o a sinistra. Attenzione a non sovraccaricare le prese di corrente, evitando ciabatte e doppie prese per non incorrere in rischi di incendio e fili pericolosi che possono far inciampare voi e gli altri. Non dimenticate di mantenere una distanza dal monitor di 70 cm, appoggiando tutto l’avambraccio sul piano per non gravare troppo sulle spalle. Se non avete a disposizione una sedia da ufficio, arrotolate un asciugamano dietro la schiena e servitevi di cuscini per mantenere una posizione eretta. Lavorando davanti a uno schermo è bene anche defaticare periodicamente la vista con esercizi specifici o semplicemente guardando per un certo tempo fuori dalla finestra un oggetto o il panorama distante. Mantenete l’igiene pulendo e disinfettando device e scrivania.

Un consiglio per il buonumore? Mettete come wallpaper del vostro pc una foto della Grecia per sentirvi in vacanza!

#3 Rispettare i tempi di lavoro e le pause

Organizzate il lavoro in brevi sessioni di circa 30 minuti e alla fine di ogni sessione fate una pausa di 5 minuti. Alzatevi, sgranchite collo e polsi, cambiate posizione soprattutto se la vostra postazione non è ergonomica.

In questo modo, il vostro cervello sarà sempre pronto per l’attività successiva ed eviterete di fare pause interminabili e improduttive. 

#4 Scegliere un dress code adeguato

Lavorare da remoto restando in pigiama è sicuramente una grandissima tentazione, ma attenzione a rimanere concentrati e a essere pronti per videoconferenze improvvise! Vestirsi e curare il proprio aspetto permettono di lavorare meglio, facendoci essere più efficienti e produttivi. Scegliete quindi abbigliamenti comodi e semplici ma pur sempre professionali. Sì ai capi colorati, che aiutano a tenere alto l’umore. 

#5 Rimanere in contatto con il team

Non dimentichiamoci che non siamo soli. Non dobbiamo aver paura di chiedere aiuto… I nostri colleghi continuano a lavorare con noi! Ricordatevi di mantenere i rapporti con il vostro team: in questo periodo in cui alcuni di loro potrebbero essere completamente isolati, perché non approfittare della tecnologia per rispettare le vecchie abitudini, come ad esempio la pausa caffè? 

“Come vivere al meglio il lavoro agile”

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti potrebbe interessare..
  • Ricetta detox dopo le feste: l'insalata greca
    Cucina
    Detox con gusto
  • Come preparare e gustare il caffè geco
    Il Caffè Greco: molto più di una bevanda
    Cucina
    Il gusto del relax
  • Grecia Classica: itinerario di 2,3,4,5 giorni
    Grecia Classica tutta da scoprire: itinerario di 2, 3, 4 e 5 giorni
    Destinazioni
    Tour nella Grecia Classica: una mini guida alle più belle attrazioni e ai posti da visitare in 4 itinerari da 2, 3, 4 e 5 giorni partendo da Atene
  • Grecia: 10 posti incredibili tutti da scoprire
    Grecia: 10 luoghi incredibili tutti da scoprire
    Destinazioni
    La Top Ten dei luoghi più magici della Grecia
  • Ricetta originale Loukoumades carnevale greco
    Loukoumades, il gusto del carnevale greco
    Cucina
    Per un Carnevale pieno di gusto
  • Grecia: guida alla valigia perfetta
    Consigli Utili
    L'essenziale per una vacanza perfetta
  • Viaggiare in traghetto: quando la vacanza inizia con il viaggio
    Viaggiare in traghetto: quando la vacanza inizia con il viaggio
    Consigli Utili
    Quando la vacanza inizia dal viaggio
  • Come lavorare in smartworking
    5 consigli per organizzare al meglio lo smartworking
    Consigli Utili
    Come vivere al meglio il lavoro agile