Souvlaki: è tutta una questione di carne

9 Settembre 2022

Grecia: terra baciata dal sole, dalle spiagge, dagli dèi.

Ma anche dai souvlakia (pronuncia “su·vla·chia”).

Questi spiedini (è davvero riduttivo chiamarli così, ma i greci ce lo concederanno!)
sono una leccornia nazionale, conosciuti in tutto il mondo e avvolti da un’aura mitica:
si narra che pure Zeus vada grigliando qualche spiedo sugli altopiani della Beozia!

la pizia del tempio di apollo che oracola davanti ai sacerdoti

Attenzione però, diciamo souvlakia – al plurale, e non per caso:
la Grecia è sempre stata una regione frammentata (pensiamo alle Poleis!), e la geografia si ripercuote sui cibi.
Così abbiamo tanti tipi di souvlakia.

C’è davvero di tutto, ogni tipo di souvlaki (e quindi di carne) accentua certi sapori.
A parte i gusti – che sono la cosa più soggettiva…
Una cosa rimane costante: la bontà.

Quindi versati un bicchiere e scalda la griglia:
parte la rassegna dei souvlakia! 🍢🍷

SOUVLAKI CON CARNE DI AGNELLO

souvlaki e agnello stilizzati
veduta panoramica del sito di Delphi, con Parnaso sullo sfondo

Leggera, sostanziosa e digeribile, la carne di agnello è molto amata dai greci… soprattutto nel giorno della pasqua ortodossa, dove si consuma in quantità industriali!

Il sapore dell’agnello è inconfondibile, molto forte, quasi “selvatico” a volte.
Per questo marinare la carne qui si presta tantissimo, donandole aromi e intenerimento delle fibre.

La marinatura è , scientificamente, l’emulsione di una componente più grassa (nello specifico l’olio extravergine) dentro una più acida (il limone).
Il tocco di classe è servire il piatto con un contorno che faccia da “stabilizzante”, ovvero un alimento che per le sue proprietà organolettiche mantiene saporita la marinatura della carne.
Questo contorno – da bravi greci – non può che essere la salsa tzatiki!
C’è un’altra logica: la base di yogurt e cetrioli tampona il sapore decisamente strong dell’agnello.

I CONSIGLI
DELLO CHEF

 

souvlaki di agnello

 

  • CALORIE: 
    490 kcal a porzione

 

  • MARINATURA:
    sale, pepe, timo (origano in alternativa), un mazzetto di prezzemolo, aglio (a spicchi) e cipolla. Spennellata di olio d’oliva.

 

  • CONTORNI:
    salsa tzatziki

 

  • ACCOMPAGNA CON:
    l’agiorgitiko vino tipico di Santorini, ottimo per carni, salumi e formaggi.
    I Santorinesi hanno una paternità di cui andare orgogliosi:
    uno dei ferri per souvlaki più antichi della Storia, risalente al XVII sec. a.c..
    Immagina quanti bicchieri di agiorgitiko hanno rallegrato queste grigliate!

 

SOUVLAKI CON CARNE DI MAIALE

souvlaki e maiale stilizzati
veduta panoramica del sito di Delphi, con Parnaso sullo sfondo

Si prende la lombata (o la lonza) del maiale e la si taglia a dadini di 2,5 – 3 cm di diametro.
La carne di maiale raggiunge le massima proprietà organolettiche e azzera qualsiasi nocività solo quando ben cotta, quindi occhio a farla rosolare!
Lo spiedo deve essere perfettamente rosolato all’esterno, e mediamente cotto all’interno (o perlomeno rosato).
Su una griglia scaldata a 250°, la carne va tenuta almeno 10 minuti.
Il souvlaki di maiale è tendenzialmente più dolce degli altri, se la carne è di qualità e la rosolatura ok rivela interessanti note di bosco e di campo.

I CONSIGLI
DELLO CHEF

 

souvlaki di maiale

 

  • CALORIE: 
    442 kcal a porzione

 

  • MARINATURA:
    sale, pepe, timo (origano in alternativa), un mazzetto di prezzemolo, aglio (a spicchi) e cipolla. Spennellata di olio d’oliva.

 

  • CONTORNI:
    topping di salsa tzatziki

 

  • ACCOMPAGNA CON:
    il Mavrotragano – altro vino di Santorini, coltivato su vitigni scoscesi, su suoli vulcanici. È un vino di carattere: con questo le carni rosse vanno giù che è un piacere. I souvlakia … figuriamoci!

 

SOUVLAKI CON CARNE DI POLLO

souvlaki e pollo stilizzati
tempio monoptero nel sito di Olimpia

I souvlakia di pollo sono forse quelli più conosciuti, almeno fuori della Grecia.
Il motivo è la loro facilità di preparazione, anche in forno.

La carne di pollo è ricca di proteine magre, ad alta digeribilità.
Inoltre ha un sapore molto delicato, e cuoce in fretta.
A maggior ragione puoi accompagnare i souvlakia di pollo con del pane pita greca, che dà sostanza al piatto.

  • In forno: riscaldali su una teglia a 250° , a 10 cm. dal grill,
    Lo stesso per i panetti di pita: avvolgili nella carta allumino e piazzali su una seconda teglia, subito sotto.
  • Su barbecue: scalda la griglia fino a 250°, poi piazza gli spiedi. Girali più volte e non tenerli oltre 8 minuti. L’interno dei bocconcini deve presentare una colorazione rosata, mentre la parte esterna deve essere rosolata.

I CONSIGLI
DELLO CHEF

 

souvlaki di pollo

 

  • CALORIE: 
    400 kcal a porzione

 

  • MARINATURA:
    sale, pepe, timo (origano in alternativa), un mazzetto di prezzemolo, aglio (a spicchi) e cipolla. Spennellata di olio d’oliva.

 

  • CONTORNI:
    insalata greca (pomodorini, feta, olive [greche se possibile], cipolle e cetrioli

 

  • ACCOMPAGNA CON:
    il mavrodaphne – detto anche “alloro nero” dal colore dei grappoli d’uva, delicati e sottili, da cui proviene; viene coltivato soprattutto a Lefkada, Cefalonia e nell’Acaia (Peloponneso).

 

SOUVLAKI DI PESCE

souvlaki e pesce stilizzati
tempio monoptero nel sito di Olimpia

Per la precisione Xifias Souvlaki lo spiedo al pesce spada!
Nato quasi per caso negli anni 70, la ricetta è stata raffinata Lefteris Lazarou – chef greco stellato.

I souvlaki di pesce sono probabilmente gli unici che mettono d’accordo ogni greco, anche nel nome!
Prelibati bocconcini di pesce spada tagliati a dadini di circa 3 cm di diametro, infilzati nel souvla-spiedo.

Che tu li faccia in forno o sul barbecue, considera che il taglio è delicato, è pesce, quindi la griglia deve raggiungere una temperatura inferiore rispetto al classico souvlaki di carne: 190° circa, a 10 cm. da grill, per 10-15 minuti massimo.

I CONSIGLI
DELLO CHEF

 

souvlaki di pesce

 

  • CALORIE: 
    365 kcal a porzione

 

  • MARINATURA:
    Scorze di arancia per la parte acida, da emulsionare a olio, pepe e timo.

 

  • CONTORNI:
    contorna con della fresca insalata di uva, un mix di acini (se possibile sgranati) e mandorle non tostate

 

  • ACCOMPAGNA CON:
    Retsina, l’iconico vino greco stagionato in botti di resina, si sposa molto bene con i piatti di pesce.
    E con i Xifias Souvlaki 😉

 

“KALAMAKI©” – IL SOUVLAKI DI ATENE

souvlaki e partenone stilizzati
taverne nelle vie laterali del centro di Atene

Per un turista potrebbero essere la stessa cosa, ma per un greco la differenza c’è eccome!
Forse è orgoglio linguistico, o forse no, fatto sta che per “kalamakil’ateniese intende lo spiedino nudo e crudo, al più accompagnato da sale e limone.
Se vogliamo essere pignoli e scaviamo nella lingua, scopriamo che kalamaki è una storpiatura/evoluzione della parola kalamià, che in greco significa “canna”.
C’è una ragione economica: all’inizio i bocconcini di carne non venivano infilzati in spiedi di legno, ma di “canne” – appunto, perché costavano meno.

A completare la spiegazione, diciamo che non ci sono contorni, o marinature varie, a enfatizzare il piatto:
ciò che conta nello spiedo-kalamaki è la qualità della carne!

I CONSIGLI
DELLO CHEF

 

kalamaki di Atene

 

  • CONTORNI:
    il kalamaki viene servito “a secco”… Ma perché non aggiungere qualche cucchiaiata di yogurt greco? 😜

 

  • ACCOMPAGNA CON:
    Il kalamaki è street food (non inteso in senso negativo).
    Imperativo goderselo con una bella birra ghiacciata!
    Consigliamo l’Alfa Beer, tipica di Corfù, davvero fresca e godibile…
    Ma anche la più cosmopolita Mythos, birra dell’immaginario greco nel mondo.

 

PREPARARE UN SOUVLAKI

Beh, dopo tutto questo parlare di carni e spiedi, ci è venuta l’acquolina in bocca…
A te no? 😁

Se vuoi cimentarti nella preparazione di questa prelibatezza, prova pure a casa:
segui i nostri consigli!

"Souvlaki: non chiamarlo spiedino! A seconda della carne utilizzata poi, cambia tutto."

2 Commenti

  1. Vassilis

    I più buoni sono quelli nei vari mercati all’aperto (camper con cucina-gril con la carbonella)dove il cuoco mette anche una parte di grasso di maiale che dà un profumo e un sapore unico,diffidate di quelli cotti sul fornello elettrico o nel forno

    Rispondi
    • Davide Anek

      Ciao Vassilis, assolutamente d’accordo con te: i souvlaki li puoi preparare in mille modi, ma solo sulla griglia otterranno quel sapore… “autentico” 😉

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti potrebbe interessare..
  • 5 consigli da Anek Lines per vivere al meglio il tuo soggiorno a Cefalonia
    5 consigli per goderti meglio Cefalonia
    Consigli Utili,Destinazioni
    5 consigli da Anek Lines per godersi meglio la ricca offerta dell'isola di Cefalonia
  • veduta-delle-scogliere-di-zante-da-punto-panoramico
    Zante: l'isola dei poeti
    Destinazioni
    Che ne pensi? Conoscevi questo lato nascosto, e poetico, di Zante?
  • Pasqua in Grecia uova rosse
    Primavera in viaggio: Pasqua a Corfù
    Destinazioni
    La Primavera Greca che porta con sé tante festività!
  • Souvlaki: è tutta una questione di carne
    Consigli Utili,Cucina
    Souvlaki: non chiamarlo spiedino! A seconda della carne utilizzata poi, cambia tutto.
  • caffè-greco_un-rituale-dalle-mille-curiosità
    Caffè greco: un rituale dalle mille curiosità
    Cucina
    Perché se dici "Pame yià cafè" a un greco...
  • tempio e chiesa ortodossa affrontati
    Le due facce della Grecia: mito e ortodossia
    Consigli Utili,Destinazioni
    Mito e Ortodossia possono convivere? In Grecia sì: scopriamo i luoghi iconici di una nazione senza tempo.
  • Close up della statua della Musa della Tragedia, palazzo Achilleion
    L'altra Corfù
    Consigli Utili,Destinazioni
    Corfù: quest’isola offre talmente tanto che sembrano due. E la Corfù inedita è bella quanto l’altra…
  • Spiaggia, Lefkada
    Le 5 spiagge più belle di Lefkada
    Consigli Utili,Destinazioni
    Le 5 spiagge più belle di Lefkada
Book on-line Anek Lines

Clicca QUI
sul tuo Smartphone o PC
e prenota online il tuo traghetto!


per modifiche alla tua prenotazione e/o
usufruire dello sconto smart card,
contattaci allo 0712072346

Contattaci Anek Lines

Contattaci dal tuo smartphone
Telefonicamente QUI
Tramite WhatsApp QUI
o chiamaci allo

0039.071.2072346


dal Lunedi al Venerdi: 08:30–19:00
Sabato: 09:00–13:00