Kolokithokeftedes: le polpette greche di carne e di zucchine

18 Novembre 2020

La ricetta per preparare le polpette greche

C’è un modo per portare la Grecia in tavola ed è preparare le famose polpette greche da mangiare come ‘mezedes’, ovvero gli stuzzichini che accompagnano un bicchierino di ouzo o tsipouro o gli antipasti che precedono il piatto principale.

Buone e gustose le Kolokithokeftedes sono le squisite polpette fritte realizzate con gli ingredienti tipici della cucina greca, come menta, origano, olio, cipolla e ouzo: un nome incredibilmente difficile per un piatto assolutamemente delizioso. Vedrai che non appena le assaggerai, una tirerà l’altra.

Keftedes greche

Sebbene le keftedes siano un piatto tipico della Grecia, hanno origine in un paese diverso: infatti queste polpette derivano dalla Turchia. Gli ingredienti con cui vengono preparate, però, sono quelli tradizionali della terra ellenica e, seguendo la nostra ricetta, sentirai spandersi per tutta casa un delizioso profumo. Provare per credere!

Le Kolokithokeftedes sono talmente facili da preparare che potrai portare in tavola un po’ di Grecia ogni volta che vorrai. Ne esistono 2 versioni: la prima è quella a base di carne; la seconda ha come ingrediente principale le zucchine.

Ingredienti ricetta

  • 300 grammi di carne di manzo tritata
    2 fette di pane raffermo o 50 grammi di pane grattugiato
    1/2 bicchierino di ouzo
    1 cipolla grande tritata
    1 uovo
    1 mazzetto di menta
    1 aglio tritato
    1/2 cucchiaino di origano
    olio extravergine di oliva
    farina
    sale
    pepe

Preparazione

Rosolare la cipolla tritata in una padella con 3 cucchiai d’olio. Far bollire l’uovo per 10 minuti e intanto sistemare il pane in una ciotola e bagnarlo con l’ouzo.

Trasferire in una terrina la cipolla imbiondita, la carne tritata, il pane ben strizzato dall’ouzo, l’uovo sodo sbriciolato, l’aglio sminuzzato e tutte le spezie. Mischiare molto bene con le mani e, semmai l’impasto risultasse troppo morbido, aggiungere ancora del pane grattato.

Lasciare riposare il tutto per qualche ora in frigorifero in modo che la carne si insaporisca. Una volta tolta dal frigorifero, impastare ancora la carne e formare delle polpette da 50 grammi ciascuna, ripassarle nella farina e cucinarle a fuoco medio in olio bollente in una padella larga e bassa. Fare attenzione alla temperatura dell’olio che non deve essere troppo alta. Rigirare spesso le polpette durante la cottura. Al termine disporre le polpette su una carta assorbente e servirle ben calde.

Le keftedes si conservano benissimo in frigorifero per 2/3 giorni e sono deliziose anche fredde accompagnate da un buon vino frizzante oppure dal tradizionale ouzo.

Il sapore deciso della carne e la freschezza della menta si sposano benissimo per creare un piatto tra i più tipici della Grecia.
L’hai già provato? Lasciaci la tua esperienza nei commenti!

"La ricetta per preparare le polpette greche"

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti potrebbe interessare..
  • Vacanze 2021: Grecia, una meta sicura
    Vacanze 2021: Grecia, una meta sicura
    Consigli Utili,Destinazioni
    Come viaggiare in sicurezza
  • Vacanze 2021: Corfù, una meta ancora da esplorare
    Destinazioni
    Corfù come non l'avevi mai vista
  • Ricetta Kourabiedes, i golosissimi biscotti greci di Natale
    Cucina
    Il profumo del Natale, il gusto delle mandorle.
  • vacanza grecia natale capodanno
    Natale e Capodanno in Grecia
    Destinazioni
    La magia del Natale nella splendida Grecia
  • Vacanze 2021: Lefkada, una meta che non delude mai!
    Destinazioni
    Il Paradiso all'improvviso
  • Kolokithokeftedes: le polpette greche di carne e di zucchine
    Cucina
    La ricetta per preparare le polpette greche
  • Traghetti per la Grecia: cosa fare e vedere a Patrasso
    Destinazioni
    Alla scoperta della storia e delle tradizioni della Grecia!
  • ricetta avgolemono minestra greca uova limone
    Ricetta Avgolemono
    Cucina
    Il gusto caldo dell'inverno